Cataratta


Che cos'è la Cataratta?

La cataratta è l’opacizzazione graduale e progressiva della lente naturale del nostro occhio, chiamata cristallino. L’insorgenza del disturbo è comune per lo più nelle persone over 60 anni ma può interessare anche pazienti più giovani. Oltre all’invecchiamento, infatti, tra le cause della cataratta rientrano anche:

  • Lo stile di vita (fumo, alcolici, dieta povera di vitamine)
  • Fattori ambientali, esposizione eccessiva a luce ultravioletta o radiazione infrarossa
  • Utilizzo di alcuni farmaci particolari (uso a lungo termine di corticosteroidi, assunti da persone affette da asma allergico o malattie polmonari)
  • Traumi all’occhio
  • Sindromi genetiche ereditarie

Quali sono i sintomi della Cataratta?

Inizialmente la cataratta non presenta sintomi evidenti. L’opacizzarsi del cristallino avviene in modo graduale, comportando una perdita progressiva della qualità visiva, tanto che molte persone non si accorgono all’inizio nemmeno del presentarsi di questo problema.
Altri sintomi più comuni sono:

Visione a distanza spesso indistinta e confusa
Colori sbiaditi
Comparsa di aloni attorno alle fonti di luce
Visione doppia
Peggioramento della visione notturna (emeralopia), con conseguente difficoltà alla guida
Ipersensibilità ai raggi solari o ai fari delle automobili

Quando e come viene diagnosticata la Cataratta?

La cataratta viene diagnosticata nel corso di una comune visita specialistica, durante la quale l’oculista esaminerà con accuratezza l’occhio effettuando esami e test assolutamente non invasivi e indolori.

Cosa aspettarsi da un intervento di Cataratta?

L’unica terapia in grado di correggere il disturbo è l’intervento chirurgico che, grazie alle tecnologie oggi disponibili è sicuro, efficace e indolore. L’intervento consiste nella rimozione del cristallino naturale, ormai opacizzato, e nella sua sostituzione con una lente artificiale (chiamata lente intraoculare IOL – Intra Ocular Lens) totalmente biocompatibile. L’intervento è del tutto indolore grazie all’azione di un collirio anestetico. L’operazione dura generalmente all’incirca 20 minuti e il paziente torna a casa il giorno stesso.

Che cosa sono le lenti intraoculari?

La lente intraoculare (IOL) è una piccola lente artificiale biocompatibile che sostituisce il cristallino affetto da cataratta. Tale lente non è visibile dall’esterno dell’occhio ed è impercettibile per chi la indossa. Esistono diverse tipologie di lente intraoculare, la cui scelta dipende dalle caratteristiche del nostro occhio a seconda delle necessità:

Monofocali


Permettono di vedere in modo nitido da lontano ma necessitano l’utilizzo di occhiali per la messa a fuoco da vicino (per esempio per leggere il libro o lo smartphone). Questa lente può essere progettata anche per correggere l’astigmatismo (MONOFOCALE TORICA).

Multifocali


Permettono di vedere senza occhiali a tutte le distanze, vicino (lettura del libro), intermedio (computer o cruscotto dell’auto) e lontano (cartelli stradali). Questa lente può essere progettata anche per correggere l’astigmatismo (MULTIFOCALE TORICA).

EDOF


Acronimo di Extended depth of focus, è una valida alternativa che permette ai pazienti più giovani una vista confortevole durante le attività quotidiane (lontano e mezza distanza).

Che cosa fare dopo l'intervento di Cataratta?

Dopo l’intervento è importante che il paziente protegga l’occhio operato usando degli occhiali da sole durante il giorno e un guscio protettivo durante la notte, onde evitare urti accidentali. Non dovrà, inoltre, bere alcolici per le prime 24 ore dopo l’intervento e guidare alcun tipo di mezzo nella settimana successiva. Un elenco completo di regole comportamentali verrà consegnato al momento della dimissione, in aggiunta alla prescrizione della terapia farmacologica.

Come si vede dopo l’intervento di cataratta?

Dopo l’intervento di cataratta è possibile recuperare una vista ottimale senza porto di correzione. Questo è possibile perché le lenti artificiali inserite permettono, non solo di risolvere la cataratta, ma anche di correggere l’eventuale compresenza di miopia, astigmatismo, ipermetropia e/o presbiopia. Se per esempio fin da piccoli abbiamo indossato gli occhiali o le lenti perché non vedevamo da lontano, grazie alla nuova lente inserita noi potremmo eliminare l’utilizzo degli occhiali.

Cosa succede se non ti operi di cataratta?

La cataratta quando non curata può portare alla cecità, che comunque può essere totalmente risolta tramite l’intervento. Se si attende a lungo prima di sottoporsi all’intervento, la cataratta può presentare un quadro clinico molto più avanzato e di difficile gestione. Questo è il caso della cataratta cosiddetta brunescente, in cui il cristallino naturale perde completamente la sua trasparenza rendendo il paziente ipovedente. E’ sempre preferibile intervenire prima che tale condizione clinica si realizzi per ridurre i rischi collegati all’intervento e diminuire i tempi di recupero post-operatorio.

L'Importanza di una visita Oculistica!

Le Visite mediche servono soprattutto a diagnosticare patologie gravi, permettendo di effettuare terapie precoci con la possibilità di salvaguardare la vista. Per prenotare una visita presso il nostro Studio medico puoi utilizzare il pulsante sottostante. Se hai dubbi o hai bisogno di maggiori informazioni, sentiti libero di contattarci utilizzando il modulo di contatto. Saremo lieti di risponderti e venire incontro alle tue esigenze.

    Scroll to top